21/03/2024 | Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle Vittime di Mafia

Oggi è il 21 Marzo 2024 “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle Vittime di Mafia”. In questa giornata vogliamo ricordare due persone che sono rimaste per sempre legate tra di loro, e cioè Placido Rizzotto e Giuseppe Letizia.

Placido Rizzotto, partigiano del gruppo “Bandiera Rossa”, subito dopo la guerra divenne presidente della sezione palermitana dell’Anpi e segretario della Camera del Lavoro di Corleone. Instancabile organizzatore del movimento contadino, a causa del suo impegno venne rapito e ucciso dalla mafia il 10 marzo 1948 su ordine del boss Michele Navarra. Del suo corpo non si seppe più nulla fino al 2009 quando venne ritrovato nei pressi di Corleone.

Giuseppe Letizia era un semplice giovane pastore di 12 anni che per puro caso assistette all’uccisione di Placido Rizzotto, vedendo in faccia gli esecutori dell’omicidio, tra cui Luciano Liggio, braccio destro di Navarra. Tornato a casa delirante a causa delle minacce subite venne ricoverato in ospedale (diretto dallo stesso Navarra) dove morì il giorno seguente ufficialmente per una tossicosi. Molti giornali indicarono invece una morte per avvelenamento su mandato della mafia.

Ancora oggi è importante parlare di queste figure, per ricordarci di come operarono e operano ancora oggi fascismo, nazismo e mafie. Organizzazioni che ostacolano con violenza e brutalità una vera democratizzazione della nostra società. E non si fermano nemmeno davanti a ragazzini innocenti.

Da Monte Sole le voci dei tanti e delle tante che furono sterminati nel 1944 si uniscono al grido di denuncia e alla lotta per sconfiggere le mafie, consapevoli che non ci patrà essere una vera giustizia se i responsabili di efferati omicidi non pagheranno per i propri crimini.